BANCA DEGLI OCCHI

Descrizione:

Direttore Raffaela Mistò

PRINCIPALI ATTIVITÁ SVOLTE
• Lo screening iniziale dei tessuti inviati alla Banca degli Occhi, viene eseguito con tre differenti strumenti:
- lampada a fessura, per la valutazione della trasparenza, la misurazione del diametro di trasparenza e dell'anello sclerale,
- analizzatore corneale per banche degli occhi, per la valutazione della densità cellulare endoteliale,
- tomografo a luce coerente, per la misurazione dello spessore del tessuto corneale e la valutazione della curvatura.
I tessuti giudicati idonei allo screening vengono quindi valutati sia dal punto di vista morfologico (microscopia ottica) che dal punto di vista microbiologico all'interno di una cleanroom, quindi in un ambiente a contaminazione controllata.
• Oltre alla valutazione e alla distribuzione dei tessuti corneali, la Banca degli Occhi di Monza distribuisce a molti Centri Trapianto del proprio bacino di utenza, lembi pre-tagliati per l'intervento di cheratoplastica lamellare posteriore. Ultima aggiunta tra le attività della Banca degli Occhi di Monza è la preparazione di collirio da siero autologo



LINEE GUIDA DI RIFERIMENTO
LINEE GUIDA CNT - Centro Nazionale Trapianti
TECHNICAL GUIDELINES FOR OCULAR TISSUE, EEBA - European Eye Bank Association

BANCA DEGLI OCCHI

Via Pergolesi, 33 - Monza
settore A, 7° piano